OMOLOGA IMQA EN50131-3 PER LA CENTRALE Atlantis 64 E ACCESSORI

La centrale Atlantis 64 è stata omologata dall’ IMQ in base alla nuove normative europee EN50131-3 al livello 2, grado 2.

L'ultima nata della famiglia Atlantis è quindi la prima ad essere omologata secondo le nuove norme, mentre le altre centrali della serie sono state omologate IMQA secondo le CEI79-2, in quanto le EN50131 non erano ancora in vigore.


OMOLOGA IMQA EN50131-6 PER L'ALIMENTATORE SWITCHING POWER40

L'alimentatore switching da 4 ampere in contenitore metallico Power40 è stato omologato dall’IMQ secondo le nuove norme CEI-EN50131-6 livello 2, grado 2.

Questo prodotto si va ad aggiungere ai prodotti Axel marchiati IMQA che verranno d’ora in poi omologati unicamente secondo le nuove normative europee.


LE NORME EUROPEE EN50131 PER L'ANTINTRUSIONE
Sono in vigore le normative europee EN50131, recepite dal CEI come norma nazionale, e quindi a tutti gli effetti valide ai fini della dichiarazione di conformità per la definizione del criterio della regola d'arte, ai sensi della legge 37/08 sugli impianti.
Chi ancora pensa che gli impianti antintrusione siano o non regolamentati o non previsti dalle normative sugli impianti probabilmente si è perso qualche passaggio negli ultimi venti anni.
Oggi le norme CEI 79 (esempio CEI79-2 per le centrali) sono in regime di co-vigenza e saranno valide fino al 2014.

Oggi la dichiarazione di conformità può essere fatta dichiarando la rispondenza alle CEI 79 o, indifferentemente, alle CEI-EN50131. Fra pochi anni saranno in vigore unicamente queste ultime.


 

:: archivio ::


CEI64-8V03, UNA SVOLTA EPOCALE PER L'IMPIANTISTICA

Le CEI64-8V03 segnano un cambiamento radicale nella normativa per gli impianti residenziali.
Le norme, finora, hanno sempre considerato la sicurezza elettrica di quanto installato, senza minimamante entrare nella funzionalità dell'installazione. Per questo motivo era possibile proporre, per assurdo, un impianto elettrico in un appartamento, disponendo una sola presa e un solo interruttore, e dichiarando l'impianto elettrico a norma.

Dal 1 settembre 2011 questo cessa, in quanto nella dichiarazione di conformità è necessario dichiarare il livello funzionale dell'impianto installato... [Continua]


TIM CAMBIA IL NUMERO DI SERVIZIO PER LA GESTIONE DEL CREDITO RESIDUO

A partire da 01 febbraio 2010 TIM cambia il numero per la gestione automatica della comunicazione del credito residuo delle SIM ricaricabili. Il preavviso non è stato tra i più tempestivi da parte di TIM, e riteniamo che questo possa creare non pochi problemi a chi ha comunicazioni automatiche M2M o nelle applicazioni per i sistemi di sicurezza.

Axel si è mossa con tempestività apportando le varianti firmware a tutte le centrali Atlantis e J-Sys, in modo da mantenere l’automatismo della comunicazione. I nuovi firmware sono già disponibili nell'area riservata agli installatori Axel.

Ad oggi non ci sono notizie in merito a cambiamenti da parte degli altri gestori, per cui non ci dovrebbero essere problemi per chi negli impianti con GSM utilizza ricaricabili non TIM.

  

FINE PRODUZIONE SERIE AXIS: ci lascia a malincuore la serie di centrali Axis. Dopo la Axis 5 di un paio d’anni fa, con i primi mesi del 2008 cessa la produzione delle centrali Axis 30, Axis 60 e delle loro varianti. La chiusura della linea di produzione non significa che non ci siano più prodotti Axis disponibili... [Continua]


DECRETO IMPIANTISTICA 2008: in relazione alle disposizioni entrate in vigore il 27 marzo 2008 relative alle attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici e previste dal Decreto Ministeriale n.37/08, riteniamo opportuno analizzare di seguito alcune delle novità che riguardano in pieno anche l'installazione degli impianti d'allarme. [Continua]

 

LA NUOVA DIRETTIVA RAEE: è, o dovrebbe, essere noto a tutti gli operatori del comparto elettronico che è entrata in vigore la direttiva RAEE, relativa allo smaltimento dei rifiuti tecnologici. La direttiva, che segue l'analoga direttiva ROHS già in vigore dalla seconda metà dell'anno scorso, va nella direzione della regolamentazione delle produzioni e smaltimenti dei rifiuti nocivi o pericolosi e prevede, tra l'altro, iscrizione entro 90 giorni presso l'apposito registro presso le Camere di Commercio. I regolamenti citati sono relativi ai materiali del comparto elettrico ed elettronico. [Continua]