Loading...
Centrale allarme AXO' con sistema wireless, GSM, sintesi vocale - Axel Srl
Centrale allarme AXO' con sistema wireless, GSM, sintesi vocale - Axel Srl

AXO’

La centrale all-in-one da 4 a 40 zone con sistema Axeta, GSM e sintesi vocale a bordo

Unità centrale estremamente compatta con sistema radio bidirezionale Axeta a bordo, dall’estetica gradevole appositamente studiata per il segmento residenziale, per negozi e uffici.

appartamento
residenziale
commerciale

E’ una unità centrale compatta, dall’estetica gradevole, appositamente studiata per il segmento residenziale o per negozi e uffici, laddove non serve grande espandibilità, ma è gradita la presenza a bordo della gestione degli apparati wireless, al fine di garantire alte prestazioni, enorme flessibilità installativa e un sostanziale contenimento dei costi. Le dimensioni compatte si adattano anche a spazi installativi angusti, ma nascondono un cuore generoso per prestazioni e robustezza.

L’elegante box plastico è stato studiato per un agevole passaggio cavi e cablaggio, spazio per alloggiamento di alcune schede aggiuntive e un vano per batteria di backup standard da 7,5Ah oppure da 2,3Ah. Il potente alimentatore switching da 1,7A provvede alla alimentazione di centrale, apparati di campo e ricarica di batterie di backup.
Axò nasce di serie con 4 zone filari a singolo, doppio e triplo bilanciamento, espandibili a 40 (filari o wireless, anche miste), con comunicatore GSM e unità di sintesi vocale incorporati,  2 uscite a relè per gli avvisatori locali, 4 uscite ausiliarie e altre “n” remotizzabili.

Consente una divisione dell’area in quattro gruppi per gestire in modo totalmente separato quattro diverse parti dell’edificio, ad esempio l’appartamento, il garage, il negozio e il magazzino, come fossero 4 impianti distinti.
Axò è completa quindi, già nella versione senza opzioni, di sezione per zone filari, gestione degli  apparati wireless Axeta, uscite a relè e a O.C. e apparati di trasmissione e sintesi vocale.

GESTIONE DELL’UTENTE LOCALE E REMOTA

  • con tastiere, chiavi elettroniche e smart card
  • a distanza con telefono cellulare in vocale e SMS
  • verso l’utente su GSM (messaggi vocali e SMS) e su linea
    fissa (messaggi vocali)
  • verso le vigilanze attraverso modem dati interno, con i
    protocolli specifici Contact-ID e SIA
  • invio dati su portante GPRS con SIM M2M

Programmabile e chiara, la comunicazione telefonica si attua con differenti modalità:

VERSO L’UTENTE: su GSM (messaggi vocali e SMS) e su linea fissa (messaggi vocali) e per comunicazioni verso utenti, amici, conoscenti, forze dell’ordine.
L’avanzato algoritmo di di sintesi vocale ha una qualità audio eccellente, per una ottima comprensibilità dei messaggi, e nell’operatività di interzione a distanza con la centrale l’utente è guidato passo passo nelle operazioni da un comodo assistente vocale che suggerisce le operazioni che possono essere fatte.
VERSO LE VIGILANZE: attraverso modem dati interno, con i protocolli specifici Contact-ID e SIA, compatibili con i ricevitori utilizzati dagli istituti di vigilanza
VERSO L’INSTALLATORE: verso l’installatore provvisto di software di telegestione e teleprogrammazione, per manutenzione e controllo con protocollo Axia

Moltissime le combinazioni di messaggistica vocale, digitale ed SMS, che rendono le informazioni chiare, selettive, mirate ed efficaci verso il destinatario di competenza.
Interrogazione e gestione a distanza dell’impianto guidate da chiari messaggi vocali da parte dell’utente con l’uso di un normale telefono o telefonino.
Le comunicazioni sono inviate fino a 8 differenti numeri di telefono.
Su cellulare controlli automatici del credito residuo e della scadenza SIM per le ricaricabili

DATI SU PORTANTE GPRS CON SIM M2M (machine to machine)
La centrale G-820 può inviare dati su portante GPRS. La funzionalità si ottiene con ogni tipo di SIM, e la scelta delle SIM M2M (machine to machine) è un semplice suggerimento per abbattere costi quando si tratta di sessioni di comunicazione brevi e frequenti, come quelle inviate dalle centrali.
G-820 invia e riceve dati in protocollo Axel su GPRS verso il ricevitore X-REC con Oberon7 Advanced.
Possono essere così proposte applicazioni di monitoraggio e controllo diversificate, anche al di là di quelle relative alla sicurezza, a utenze varie, come strutture pubbliche e private per controlli tecnici e operativi puntuali, con comunicazione in formato dati, wireless e a basso costo.
Si eliminano contratti di linea fissa e costose imposte bimestrali, e questo sistema di trasmissione dati rende appetibile il sistema a strutture bancarie, reti di negozi, catene di supermercati, strutture amministrative o private per controllo diretto (o affidato a terzi dotati del ricevitore) delle funzioni di propri apparati di servizio e monitoraggio sul territorio.

L’installatore professionale ha ampie possibilità di personalizzare il singolo impianto in accordo alle specifiche necessità di sicurezza dell’utente.

LE MACRO
Le Macro sono operazioni sequenziali, semplici da programmare, che eseguono automatismi, anche complessi, a fronte di un unico, semplice, comando.

  • locale diretta con software Oberon
  • remota telefonica con software Oberon
  • collegamento locale
  • collegamento a distanza

Apparato tecnologicamente avanzato, la centrale può essere gestita dall’installatore anche da computer, permettendogli così un controllo e una supervisione totale, sia delle programmazioni che delle fasi manutentive successive e, quando richiesto, di un monitoraggio e di teleintervento tecnico a distanza a costi contenuti. La centrale può quindi essere riprogrammata completamente o parzialmente, gestita e analizzata dall’installatore con software Oberon7 installato sul suo PC di lavoro.

COLLEGAMENTO LOCALE
L’installatore telegestisce (programma, analizza, controlla) la centrale collegandola direttamente al PC con l’apposito tool per la comunicazione seriale (RedLink).

COLLEGAMENTO A DISTANZA
L’installatore telegestisce la centrale a distanza se è provvisto di:
centro di telegestione Axel (Oberon7 con modem oppure X-REC)
autorizzazione dell’utente, senza la quale l’installatore non ha accesso alla centrale
La telegestione è utilissima in caso di intervento di emergenza a distanza, o di necessità di variazione di qualche parmetro di programmazione su richiesta dell’utente senza che un tecnico si rechi fisicamente presso l’impianto.
Il telecontrollo permette di monitorare l’attività della centrale a distanza, ricevendo e filtrando gli eventi, per una analisi tecnica o per verificare la necessità di un intervento preventivo.
La centrale è così costantemente supervisionata dall’installatore a costi decisamente contenuti, ma assicurando in questo modo una efficienza sempre ad altissimi livelli del sistema di sicurezza.
La telegestione e il telecontrollo sono possibili avendo a disposizione nella centrale periferica la linea telefonica fissa (PSTN) con le opportune credenziali di accesso.

La gestione dell’impianto da parte dell’utente è semplice, intuitiva e il sistema si adatta facilmente alle esigenze individuali.
Gli strumenti di gestione che soddisfano le esigenze dell’utente e la sua comodità operativa sono diversi, e la loro combinazione nel medesimo impianto rende facile a chiunque l’utilizzo.

GESTIONE CON TASTIERA E CHIAVE ELETTRONICA
Operando da tastiera si dispone di ogni possibilità di interazione con l’impianto, dai comandi semplici alle funzioni speciali create dall’installatore per l’utente stesso.
Con la tastiera l’installatore programma o varia parametri di centrale e l’utente accede al sistema, verifica la situazioni, impartisce comandi.
Elementare gestire l’impianto con chiavi elettroniche, per chi vuole essere sollevato dal ricordare il proprio codice di accesso e, se la chiave è di disturbo, si può utilizzare in identico modo la card di prossimità, assimilabile in tutto e per tutto alla chiave.
Tastiere, chiavi elettroniche e card di prossimità sono utilizzabili indifferentemente sullo stesso impianto.

GESTIONE A DISTANZA CON TELEFONO O CELLULARE
Di estrema comodità l’operatività a distanza da telefono o da cellulare: l’impianto antifurto a disposizione dell’utente anche se si trova a grande distanza.
La centrale è predisposta a questo utilizzo in modo nativo, grazie all’interfaccia GSM e al processore di sintesi vocale di serie.
Per gli utenti autorizzati sono disponibili accensioni, spegnimenti, parzializzazioni, verifiche, comandi.

CODICI E MEMORIA EVENTI
24 differenti codici identificano chi opera, con generazione automatica di codici di emergenza a scopo antirapina e antiaggressione.
Memoria interna degli ultimi 200 eventi che consente una esatta identificazione degli utenti e delle operazioni effettuate, per una tracciabilità sicura degli eventi e delle azioni autorizzate.

Potente programmatore orario settimanale, con il quale si possono gestire automatismi ad attivazione periodica, diversi da giorno a giorno.
Gestione automatica di accensioni, spegnimenti, parzializzazioni, sezionamenti temporanei.
8 orari programmabili per ciascun giorno della settimana, per un totale di 56 operazioni automatiche settimanali.
Le operazioni sono tutte eseguite in modo automatico e l’utente ha la possibilità di sospendere temporaneamente l’attività del programmatore in caso di emergenze e per una massima flessibilità di utilizzo.

Gli ingressi, pronti a rilevare individualmente su unico doppino sia l’allarme che tentativi di manomissione o mascheramento dei sensori collegati, sono programmabili in diverse modalità per l’adattamento e la personalizzazione dell’impianto, sono espandibili dagli 8 di base fino a 20 e ripartibili su 4 aree separate e indipendenti per affrontare ogni situazione di sicurezza, anche la più complessa.

INGRESSI FILARI
Possono essere configurati individualmente come N.C., singolo, doppio e triplo bilanciamento per una rilevazione su unico doppino di segnalazione separata di allarme, manomissione, mascheramento sensore, permettendo una flessibilità di progetto d’impianto efficace, efficiente e pensata appositamente per le necessità di ogni singolo sistema installato.
Gli ingressi possono essere così destinati individualmente e con funzionalità specifica a rilevazioni antifurto e a comandi.

INGRESSI WIRELESS
Quando ce ne sia la necessità, a causa del passaggio cavi difficoltoso o a causa di potenziali inestetismi architettonici (visibilità dei cavi, ad esempio, in un ambiente storico, o in un museo) la centrale può essere collegata al modulo AMI-816 Radio per espansione parziale di zone con tecnologia senza fili (wireless). Possono in questo modo essere previsti nel sistema fino a 12 rivelatori di apertura porte, finestre, tapparelle e sensori volumetrici infrarossi costruiti con tecnologia senza fili.

Le uscite a relè (2), quelle OC a bordo (4) e quelle previste sull’espansione (ulteriori 4 a relè) pilotano avvisatori ottici ed acustici locali come segnalatori e sirene e si interfacciano ad apparati esterni, come ad esempio i ponti radio delle vigilanze. Programmabili diverse modalità permettono la più ampia adattabilità del sistema alle esigenze specifiche dell’utente.

COLLEGAMENTI AI MODULI
Per collegare i moduli IN/OUT la centrale è dotata di robusto bus seriale di tipo industriale RS485. I moduli di ingresso e di uscita possono essere collegati in modo indifferenziato su unico bus, permettendo ottimizzazioni e semplificazioni di cablaggio, oltre che economie installative importanti.

Robusto box metallico, con aree per agevoli percorsi dei cavi di collegamento all’elettronica e con precablaggio della messa a terra; alloggiamento per batteria da 18Ah (Sparkle120) e 2 batterie da 18Ah (Sparkle280).
Vari Bus seriali RS485 che collegano le periferiche: i Bus (2 o 3) sono indifferenziati per tastiere, moduli di ingresso, moduli di uscita, moduli clima e lettori di prossimità per chiavi elettroniche.

ALIMENTAZIONE
Unità base di alimentazione da 3,5 o 5 Ampere, ampiamente dimensionate per alimentare gli apparati centrali e periferici, come tastiere, moduli, sensori, e per ricaricare automaticamente la batteria di backup per l’opportuna autonomia in caso di mancanza, anche prolungata, della rete elettrica.
L’alimentazione è totalmente supervisionata e controllata in modo costante, anche nella gestione degli autotest dinamici periodici, con identificazione della unità, per consentire una manutenzione veloce, efficace ed economicamente vantaggiosa.
In Sparkle 280 la sezione gestione e controllo della batteria (alimentazione secondaria) è doppia e separata, consentendo così normale continuita’ di funzionamento anche in caso di guasto di una delle due batterie.

POTENZIAMENTO ALIMENTAZIONE
Le alimentazioni primarie da 3,5 Ampere (Sparkle 120) e da 5 Ampere (Sparkle 280) possono essere ampliate con l’utilizzo di alimentatori supplementari da 1,5 o da 4 Ampere Il sistema quindi può essere espandibile nei vasti sistemi fino ad un massimo di 141 Ampere, con le relative batterie di backup di alimentazione secondaria. I punti di alimentazione possono così essere vicini ai carichi d’impiego per una riduzione delle cadute di tensione, limitazione dimensionale dei cavi e alimentazione supervisionata in loco: una struttura affidabile, ridondante e largamente sufficiente per qualsiasi estensione di impianto.

L’elettronica è alloggiata in robusto box in metallo verniciato a polvere epossidica, con aree per agevoli percorsi dei cavi di collegamento e alloggiamento per batteria da 7,5Ah.
L’elettronica e l’alimentatore sono già cablati nel box e le parti metalliche sono già interconnesse per assicurare continuità di messa a terra, rendendo così la centrale già conforme alle normative per la sicurezza elettrica.
Il Bus seriale RS485 collega tutte le periferiche: tastiere, moduli di ingresso, moduli di uscita, lettori di prossimità per chiavi elettroniche e card.

ALIMENTAZIONE
Unità di alimentazione switching da 1,7 Ampère, sufficiente per alimentare gli apparati centrali e periferici, come tastiere, moduli, sensori, e per ricaricare automaticamente la batteria di backup per l’opportuna autonomia in caso di mancanza, anche prolungata, della rete elettrica.

Versioni
Seleziona la versione che ti interessa per visualizzare la descrizone e le caratteristiche
AXO’ 404
L’elegante box plastico è stato studiato per un agevole passaggio cavi e cablaggio, spazio per alloggiamento di alcune schede aggiuntive e un vano per batteria di backup standard da 7,5Ah oppure da 2,3Ah.

Axò nasce di serie con 4 zone filari a singolo, doppio e triplo bilanciamento, espandibili a 40 (filari o wireless, anche miste), con comunicatore GSM e unità di sintesi vocale incorporati,  2 uscite a relè per gli avvisatori locali, 4 uscite ausiliarie e altre XXX remotizzabili.
Il potente alimentatore switching da 1,7A provvede alla alimentazione di centrale, apparati di campo e ricarica di batterie di backup.

SOFTWARE
CARATTERISTICHE TECNICHE
Tastiere 4
Lettori di prossimità 4
Chiavi e Card di prossimità  24
Zone di ingresso (4 filari a bordo)  40
Bilanciamento zone N.C., singolo, doppio, triplo bilanciamento
Espansione filare  moduli a 4 e 8 zone
Espansione radio  a bordo ed esterne
Uscite allarme a relè  2
Uscita a relè supplementare  1
Uscite attive a bordo  4
Uscite attive programmabili  20
Seriali RS 485  1
Comunicatore PSTN  circuito esterno opzionale
Comunicatore GSM  integrato
Sintesi vocale text-to-speech  integrata
Scheda di rete Ethernet  opzionale
Telegestione con App AXEL  sì
Alimentatore  switching 1,7A
Alimentatori supplementari  sì
Vano batteria  7,5Ah
Box  plastico
CARATTERISTICHE FUNZIONALI
Gruppi (Partizioni) 4 (max)
Gestione AND-OR dei Gruppi
Modalità di accensione 3 per Gruppo
Programmatore orario  sì
Operazioni programmatore orario  16 al giorno
Periodi festivi programmatore orario  12
Codici Utente  24
Codice Installatore  1
Macro  8 da 10 step
Memoria Eventi  500
Numeri di telefono  16
Protocollo CONTACT-ID  sì
Comunicazione vocale  sì
Comunicazione SMS automatici  sì
Messaggi vocali automatici
Text-to-Speech
Gestione del credito residuo
Gestione della scadenza della SIM
Telegestione utente SMS e vocale
Telegestione con App AXEL
Programmazione da tastiera
Programmazione con Oberon
prodotti e componenti